Maurizio Malavolta

Maurizio Malavolta.Primi passi di giornalismo, da ragazzino, nelle redazioni locali modenesi: erano gli anni delle radio libere e dei grandi movimenti sociali e culturali. Studi tecnici e letture onnivore, la scoperta degli autori americani, la meraviglia della musica, il cinema e l’arte che cambiano il mondo.

Un lavoro, quello del giornalista, che assorbe sempre più, che porta lontano dallo studio formale e immerge totalmente nella vita della città, Modena.

Caporedattore e poi direttore di TRC, TeleRadioCittà, emittente storica e ancora attiva in Emilia-Romagna. Quindi il desiderio di lavorare più direttamente

al servizio della città e dei modenesi: capoufficio stampa in Comune e poi capo dell’ufficio dell’allora sindaco di Modena Giorgio Pighi. Attualmente

il tempo diviso tra il lavoro di responsabile della comunicazione della Fondazione Democenter, centro di ricerca e trasferimento di innovazione, e la scrittura di storie e racconti, cogliendo finalmente la straordinaria opportunità di poter raccontare una “realtà aumentata” mediante la libertà che discende dall’uso dell’immaginazione.

I commenti sono chiusi